NEWS

06/03/2017 11:23

VOLTEGGIANDO CON LE STELLE

Anna Cavallaro, Silvia Stopazzini e Lorenzo Lupacchini sul tetto del mondo

©Gustavo Lorenzo/FEI

L’ Italia s’è ridesta. E ci ha fatto vivere un sogno ad occhi aperti. Dortmund, finale di Coppa del Mondo di volteggio, dal 2 al 5 marzo 2017. Nella Westfalenarena la pressione è alle stelle. Sono 4 gli azzurri in gara, due nella categoria femminile, Anna Cavallaro e Silvia Stopazzini, un individuale maschile, Francesco Bortoletto ripescato un giorno prima della partenza per l’ infortunio di un altro atleta e un Pas de deux, formato da Lorenzo Lupacchini e Silvia Stopazzini.

La seconda manche si è aperta con grandi aspettative, gestite al meglio insieme alla tensione. Silvia Stopazzini ha terminato con una performance bellissima, leggera e acrobatica come il tema che interpreta, il gabbiano. 8, 242, il Terzo posto è assicurato, e il primo bronzo va all’ Italia grazie a Silvia, Hot Date e Laura Carnabuci, alla longia. Sul secondo gradino del podio si riconferma Kristina Boe, l’atleta di casa nota per la sua grande espressione artistica. La sua performance incredibile però non è bastata per spodestare dal primo gradino del podio Anna Cavallaro, che giunta alla sua settima Coppa del Mondo, ha convinto giudici e spettatori con il suo nuovo tema, Save The Wolf, mettendo in cassaforte il terzo titolo iridato di Coppa del Mondo. Altro titolo, questa volta Oro, ed è tutto italiano. Di Anna, Monaco e Nelson Vidoni.

Ma la gioia non finisce qui. Conclusa la performance individuale, per Silvia non c’è stato troppo tempo per riflettere. Insieme a Lorenzo Lupacchini e al grande Rosenstolz sono rientrati in campo per la corsa al titolo con il Pas de Deux. Non si può sbagliare nulla, il punteggio dei tedeschi da battere è altissimo: 8, 439. 

E in effetti, i due non sbagliano, anzi mostrano nuove figure perfettamente riuscite e il cavallo oggi è con loro: totale delle due manches, 8,698 un altro oro si aggiunge alla lista. L’ Italia c’è. L’unico oro che lasciamo ai tedeschi è quello nella categoria maschile. Molta sfortuna per il nostro Francesco Bortoletto che dopo la Warm Up lottava per il terzo posto. Dopo la prima manche in cui il cavallo non l’ha propriamente aiutato, il nostro azzurro ha visto sfumare il sogno, lasciando il podio ai grandi di casa, il campione europeo in carica Jannis Drewell, primo classificato con 8, 720, lo svizzero Lukas Heppler, secondo con 8, 554 e l’ altro tedesco Jannik Heiland, terzo con 8, 406.

Gli occhi si aprono, ma non è un sogno, è tutto vero. Solo il finale, rimane da favola: e vinsero tutti, felici e contenti.

QUI TUTTI I RISULTATI.

http://www.clabel.it/it/

http://www.equiline.it/

http://www.cavalleriatoscana.it

https://www.u-black.com/it/

http://www.guidadelcavaliere.it/

http://www.HorsePointTV.com

http://www.cutered.it

http://www.vestrum-italy.com/

http://equestrio.com/

http://www.cavallomagazine.it/