NEWS

22/10/2018 11:55

LONGINES FEI WORLD CUP

Potere a Patteet e Pebbles a Helsinki

©FEI/ Satu Pirinen

È stata una tappa all’insegna della P: la P di Patteet e quella di Pebbles. Infatti è stato il binomio belga a trionfare nella seconda tappa di Western European League andata in scena a Helsinki lo scorso weekend.

Trentasei nomi sulla starting list e di questi ben dieci riescono a chiudere un netto e accedere al jump off tra cui anche Luca Maria Moneta. Purtroppo però, per lui e Connery arrivano 4 penalità nel barrage. Il primo a imporre lo standard da battere è stato Steve Guerdat che con Hannah chiude in soli 40.10 secondi ma è subito una escalation di velocità dato che uno dopo l’altro i cavalieri che scendono in campo chiudono il percorso sempre più velocemente:  Philipp Weishaupt ferma il cronometro a 39.86 secondi;  Hansson WI  di Peder Fredricson impiega solo 39.51 per portare a termine il percorso.

Poi arriva il turno di Gudrun Patteet in sella a Sea Coast Pebbles Z: un round strabiliante e super veloce di soli 39.30 secondi. Hans Dieter Dreher, ultimo a scendere in campo, è l’unico che può cercare di superarla ma non ce la fa e con i suoi 39.47 secondi si aggiudica il secondo posto.

Vittoria quindi per l’amazzone che è riuscita a battere i super cavalieri favoriti da tutti, ribaltando tutti gli schemi e dimostrando ancora una volta come nel salto ostacoli tutto sia possibile.

La classifica dopo due leg vede in testa Hans Dieter Dreher seguito proprio da Gudrun Patteet e da Luca Maria Moneta. Il circuito arriva ora in Italia dove Verona è pronta a incoronare il suo vincitore (o vincitrice).

 

Maira Mohamed