NEWS

29/10/2018 11:33

JUMPING VERONA

Daniel Deusser firma il terzo leg di World Cup

©FEI/ Massimo Argenziano

Una tappa fenomenale di Coppa del Mondo quella che si è conclusa a Verona domenica pomeriggio segnata da un jump off adrenalinico.

Il terzo leg di World Cup è stato all’insegna dello sport di altissimo livello con un pubblico in visibilio e con mille sorprese.

40 i binomi sulla lista partenti di cui tre già vincitori della tappa scaligera: Bertram Allen, Simon Delestre e Abdel Said. Per il cavaliere francese c’è però il ritiro al primo round, insieme a quelli di Harrie Smolders, Marcus Ehning e John Whitaker; mentre il binomio irlandese Allen-Molly Malone e quello egiziano Said-Venise du Reverdy si qualificano al jump off con altri 12 partecipanti. A imporre lo standard da battere è Kaiser Ludger che in sella a Casello firma un netto in 69.52 secondi ma viene subito superato da Petronella Andersson che conclude il jump off in 39.78. Un record che non dura a lungo dato che Luca Marziani e Tokyo du Soleil chiudono in 39.69. Abdel Said commette otto penalità mentre Bertam Allen firma il netto in 38.60. Ma è un susseguirsi di tempi veloci con Martin Fuchs che impiega solo 38.40 secondi e che viene a sua volta superato da Niels Bruynseels con i suoi 36.83 secondi.

Ultimo a scendere in campo Daniel Deusser con Calisto Blue e tutti i riflettori sono sul binomio tedesco, l’ultimo ad avere la chance di vittoria. Calisto è velocissimo e ce la fa: regala il terzo leg di Coppa del Mondo al suo cavaliere chiudendo un barrage perfetto in soli 36.83 secondi e relegando Niels Bruynseels e Martin Fuchs rispettivamente al secondo e terzo posto.

Una gara incredibile che ha emozionato tutti ma soprattutto Daniel Deusser che fa così risuonare l’inno tedesco nell’arena di Verona. 

 

Maira Mohamed