NEWS

14/06/2019 14:48

GRAND PRIX D'OSLO

Vitruvio alle calcagna di Varenne

©Bjerkebanen/Stenhaug

Non è un mistero che l’ippica in Italia si trovi in uno stato di crisi e di insofferenza paragonandola alla magnificenza degli eventi organizzati all’estero come per esempio il Prix de l’Arc de Triomphe o il Prix De Diane in Francia.

Nonostante ciò, l’Italia nel mondo del galoppo e del trotto si vanta ed è orgogliosa dei suoi grandi campioni prodotti. Primo tra tutti, Varenne. O se vogliamo andare indietro di qualche decennio, il grande Ribot. E proprio parlando di grandi campioni vi presentiamo oggi un nuovo talento, un cavallo italiano, di 3 anni, di nome Vitruvio. Il trottatore il 9 giugno ha trionfato nel Grand Prix d’Oslo e la prova della sua bravura è testimoniata da queste immagini. Un possibile erede di Varenne? Perché scomodiamo il nome del più grande trottatore di tutti i tempi? Perché Vitruvio, di proprietà della famiglia Micciché e allenato da Alessandro Gocciadoro, prima dell’ultima curva è andato a sbattere contro le protezioni. Fosse stato un cavallo qualsiasi, questa sarebbe stata la fine della gara; ma lui si è ripreso immediatamente, ha accelerato e ha vinto il Gran Premio di Oslo. Dimostrazione di grande talento, talento che continueremo a seguire.