NEWS

09/09/2019 12:25

FIERACAVALLI 2019

Partito il countdown per la 121^ edizione

Da sinsitra: Giovanni Malagò, Giovanni Mantovani, Marco Di Paola ©Stefano Grasso

Tutto pronto per l’appuntamento equestre più importante d’Italia, Fieracavalli. Tra due mesi si accenderanno i riflettori sulla 121esima edizione! Come da tradizione per 4 giorni, dal 7 al 10 novembre, nei 12 padiglioni del polo fieristico scaligero sfileranno migliaia di cavalli di 60 razze, saranno presenti 750 aziende del settore e si terranno centinaia di appuntamenti tra gare sportive, concorsi e show.

Dopo Piazza di Siena a maggio non è mancato l’invito a Roma in occasione della tappa del Longines Global Champions Tour per presentare infatti il terzo evento italiano di massima espressione dello sport equestre in Italia, Fieracavalli.

 

Oggi sono le strutture fieristiche, che hanno giustamente e intelligentemente preso in considerazione quello che fino a qualche anno fa sembrava impossibile, cioè diventare dei contenitori ospitare manifestazioni sportive. Non solo desiderose ma anche obbligate a farlo Indoor. Insomma in questo caso siamo a novembre e quindi anche l’aspetto climatico è molto importante.

Verona si è mosso in anticipo, che hanno ospitato vario titolo di attività internazionale. Ma qui è una storia ultracentenaria, 121 anni, con questa manifestazione che è sempre cresciuta. Abbiamo un trittico che parte da Piazza di Siena, anche lì una storia più unica che rara, poi al Global, che vedete alle nostre spalle, che è l’ultimo arrivato che però rappresenta il livello più alto di tutto il contesto, designato spesso con il termine, che io non amo particolarmente, la Formula 1 del salto ostacoli, e poi c’è Fieracavalli a Verona. Credo che oggi nel nostro paese, se andate a vedere, certo ci sono alcune nazioni che hanno più manifestazioni, è ospitato un livello che è abbastanza unico. Ieri è venuto a trovarci il presidente della Federazione Equestre Mondiale, Ingmar De Vos, un collega e un membro del CIO, molto soddisfatto e poi è indispensabile anche essere competitivi con i risultati sportivi. L’Italia mi sembra cresciuta moltissimo. Qui parliamo di una federazione che ha diverse discipline.” ha commentato Giovanni Malagò, presidente del Coni. 

 

Il Direttore Generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, ha introdotto le novità della fiera, tra cui Fieracavalli Academy per sostenere e promuovere attività rispettose di cavalli e ambiente: Ci aspetta un’edizione sempre più straordinaria della manifestazione perché credo che a novembre saremo presenti sullo scenario di questo settore con una manifestazione ancora più equilibrata nel rapporto fra i vari comparti: il mondo dello sport, il mondo del turismo, il mondo della passione, il mondo delle attrezzature, a quello dell’allevamento, quello terapeutico e anche, e questo è un po’ la novità, la grande sottolineatura di Fieracavalli 2019, sarà il tema dell’etica perché su questo abbiamo fatto una scommessa già qualche anno fa di essere molto attenti a far sì che il cavallo non sia solo un oggetto di passione e di sport ma sia anche un soggetto rispettato e mantenuto e cresciuto e gestito con l’attenzione che merita.

Il nuovo progetto per il 2019 è l’Academy, di cui abbiamo il grande piacere di avere come testimone Michel Robert, che fra l’altro gareggerà anche nella gara di Coppa del Mondo di Jumping Verona. Questa una buona notizia. Ma soprattutto direi che l’Academy porrà proprio l’accento oltre alla formazione degli appassionati alle varie attività che il cavallo può esprimere, anche una grande attenzione alla formazione etica.”

 

Il cavallo è quindi il comune punto di attrazione, di riferimento, e Fieracavalli rappresenta questo mondo equestre proprio a 360°, come sottolinea il Presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, Marco Di Paola:

Fieracavalli è un avvenimento che e nato prima della FISE, ha 121 anni di storia, quindi è un avvenimento importantissimo. La federazione crede in Fieracavalli ma perché Fieracavalli mette il cavallo al centro del nostro mondo. Per noi il cavallo è un compagno di sport, un compagno di vita, un compagno di giochi, è un compagno di divertimenti ed è al centro del mondo. Fieracavalli riesce a rappresentare il cavallo a 360° quindi possiamo passare dallo sport del salto ostacoli, che è la nostra disciplina regina, al massimo livello, cioè quello di coppa del mondo, arrivando fino a tutte le discipline, fino ai giochi con i bambini e con i pony.”

 

Verona si sta preparando ad accogliere più di 160.000 spettatori che ogni anno seguono questo irresistibile fascino del cavallo.

 

Cosima von Klebelsberg