NEWS

08/04/2019 17:00

FEI WORLD CUP FINAL DRESSAGE

Isabell Werth e Weihegold entrano nella storia

©FEI/Christophe Taniere

Se vi state chiedendo quando e come una danza a cavallo raggiunge la perfezione, questo binomio è l’esempio perfetto.

Alla loro entrata in arena, il pubblico rimane letteralmente ipnotizzato. Ed è esattamente quello che è successo sabato nell’attesissima Finale 2018/19 di Coppa del Mondo di Dressage. Dopo due vittorie proprio con Weihegold durante la stagione e dopo il trionfo nel Grand Prix di venerdì, Werth è stata la penultima a scendere in campo sabato portando a termine una strabiliate performance che l’ha portata sul tetto del mondo.

Ormai per lei il successo è pura routine, eppure un po’ di pressione l’ha sentita a causa di Laura Graves che scesa in campo come quinta concorrente in sella a Verdades porta a casa un 87.179%.

Un risultato che per il binomio statunitense è anche il migliore mai ottenuto, e che ha fatto capire a Werth che non c’è spazio per nessun errore, nemmeno il minimo. Ma ecco che succede. In un’intervista rilasciata in seguito, Werth ha ammesso di non essersi mai sentita così in forma e forse questa estrema sicurezza in sé stessa l’ha portata a commettere quel piccolo errore. Tuttavia la parte semplicemente sublime del piaffe-passage e l’estrema difficoltà del freestyle, hanno fatto sì che i giudici alla fine le assegnassero un bel 88.871%.  Una percentuale che ha significato la terza vittoria consecutiva di Coppa del Mondo dopo quella di Omaha e di Parigi, la quinta in totale nella carriera dell’amazzone tedesca che conquistò il titolo per la prima volta proprio a Gothenburg nel 1992 in sella a Fabienne.

Dopo Werth toccava solo a un ultimo binomio, quello di Helen Langehanenberg con Damsey. Nel 2013 aveva vinto la Coppa in sella a Damon Hill, mentre la sua ultima partecipazione a una Finale è stata nel 2014. Cinque anni dopo ha fatto il suo ritorno alla grande, con un Freestyle strabiliante che ha catturato il pubblico della Scandinavium arena fin dal primo secondo, con giudici che hanno dato il massimo dei voti e la difficoltà che ha raggiunto il 100%. Tuttavia piccoli e ripetuti errori verso la fine con un Damsey in visibilio che verso la fine si è fermato solamente a pochissimi centimetri dal giudice C Magnus Ringmark, hanno costato al binomio punti importanti. Tuttavia il risultato finale di 86.571% li ha fatti salire sul terzo gradino del podio, risultato più che soddisfacente per l’amazzone tedesca che non se lo aspettava nemmeno.

Che stagione, che Finale e che podio. Tre donne che con la loro forza e precisione hanno portato il dressage a tutto un altro livello, semplicemente perfetto!