NEWS

08/10/2018 10:39

COPPA DELLE NAZIONI

La Germania si consola, il Belgio trionfa

Nacho Olano

Si è conclusa domenica la finale di Barcellona, evento clou che chiude la stagione outdoor e che ha incoronato la squadra più forte del mondo.

Tutto inizia venerdì, con il primo round di gara a cui hanno preso parte 15 squadre. La gara si conclude con un ottimo risultato per l’Italia che si piazza al primo posto a pari merito dell’Austria e che quindi si qualifica alla finalissima di domenica con le migliori otto.  

Le altre sette invece scendono in campo sabato sera per cercare di accaparrarsi il premio di consolazione: i cavalieri di Spagna, Emirati, Gran Bretagna, Brasile, Canada, Germania e Stati Uniti entrano nell’arena del Real Polo Club uno dopo l’altro con l’obiettivo di ottenere la Longines Challenge Cup. Coppa che alla fine va alla squadra tedesca formata da Philipp Weishaupt, Hans Dieter Dreher, Maurice Tebbel e Marcus Ehning che commettono solamente cinque penalità totali.

Il titolo però è in palio la domenica e a contenderselo sono appunto gli azzurri, l’Austria, l’Olanda, il Belgio, la Svezia, l’Irlanda, la Svizzera e la Francia.

È stata una finale in stile montagne russe, dato che a ogni entrata di un rider di una nazione il risultato veniva di volta in volta capovolto. In realtà c’erano ampie chance di vittoria per gli azzurri: bastava infatti solamente un netto di Lorenzo DeLuca, ultimo a scendere in campo, che però sfortunatamente non arriva.

L’Italia si ferma quindi a 16 penalità esattamente come Olanda, Irlanda e Francia. Il Belgio con 12 penalità batte tutti e si piazza in testa alla classifica portandosi a casa la vittoria, la Coppa ed entrando nella storia della Nations Cup per la seconda volta dopo il trionfo del 2015.

Maira Mohamed